Tags: mose*

30 bookmark(s) - Sort by: Date ↓ / Title / Voting /

  1. Incalza ha timore di perdere il potere indiscusso che possiede da quasi due decenni. Ha dalla sua parte Lupi, ma intuisce che l’esponente di Ncd non è affatto saldo. E l’attivismo del premier non lo rassicura di certo. Già a giugno del 2014 se ne lamenta. “Il ministro delle Infrastrutture è Renzi praticamente, ha comunicato di aver ricevuto le richieste dei Comuni per quantificare le opere incompiute e destina un miliardo di euro ottenuto dal fondo revoche… è lui il ministro, Lupi è un dipendente di Renzi, insomma”.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/...nzi-cantone-allanticorruzione/1524791
    Voting 0
  2. Venezia 2017, cronaca del Mose in funzione: scatta l’allarme, le dighe si alzano e fermano l’alta marea. Evviva, la laguna è salva. Ma esiste una zona che non può stappare lo champagne e non si tratta di un campiello di periferia. E’ piazza San Marco, che si allaga comunque. Già, fra tre anni, quando sarà varato il Mose, lo scenario potrebbe essere proprio questo, beffardo e paradossale. Cioè, la grande opera non proteggerà il suo centro storico, simbolo della città nel mondo. Lo denunciano compatti e agguerriti gli abitanti della piazza, gli imprenditori, i commercianti, i ristoratori, i famosi caffè Quadri e Florian e pure la Basilica di San Marco per bocca del suo proto, l’architetto Ettore Vio, che lancia l’allarme usando la matematica: «Se, come hanno deciso, il Mose verrà alzato soltanto quando la marea è a 110 centimetri, il problema non è affatto risolto perché la Basilica inizia ad andare sott’acqua a 80 e nel 2014 è successo 200 volte. Se non si interviene in tempo rischiamo di perdere un patrimonio immenso, mosaici del tredicesimo secolo compresi
    http://corrieredelveneto.corriere.it/...te-anche-san-marco-230795666753.shtml
    Tags: , , , by M. Fioretti (2015-01-02)
    Voting 0
  3. No, non voglio sentire la storia delle mele marce. Se un paese in un solo anno riesce a far esplodere tre bubboni come l’Expo di Milano, il Mose di Venezia e Mafia Capitale, per non parlare di tutte le altre iscrizioni nell’elenco degli indagati di politici e di loro manutengoli, (e per favore non si tiri fuori, la presunzione di innocenza, altro grande mantra dell’italica ipocrisia), se un paese con questo curriculum pensa seriamente di candidarsi per ospitare le prossime Olimpiadi, be’ allora…. Oltre all’onestà questo paese ha perso anche, totalmente, il senso della vergogna.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/...piadi-un-paese-senza-vergogna/1268190
    Voting 0
  4. quando i pm hanno cominciato a tirare fuori nuove cartucce, imputato e avvocati hanno capito che il quadro si faceva sempre più compromesso. E a quel punto – complici anche le condizioni di salute di Galan e la prospettiva di altri 6 mesi di carcere (quello vero, visto che i medici di Opera avevano ritenuto che fosse pronto a passare a breve dall’infermeria alla sezione normale) in seguito alla firma del giudizio immediato – hanno deciso di metterci una pietra sopra e mercoledì mattina alle 11.30 hanno depositato in procura un’istanza di patteggiamento a 2 anni e 10 mesi, che prevede anche la confisca di 2 milioni e 600 mila euro. Istanza a cui i pm hanno dato il loro parere favorevole, così come alla richiesta dei difensori di ottenere gli arresti domiciliari per l’ex governatore del Veneto.
    http://corrieredelveneto.corriere.it/...-mesi-multa-26-mln-230303263238.shtml
    Voting 0
  5. What makes the Venice debacle so much more than just another tale of woe in Italian politics is the significance of the City of Water throughout the world. Cultural capitals may come and go, but Venice, like Rome, is eternal.

    Anna Somers Cocks, the former chairwoman of Venice in Peril, an international charity that raises money for conservation projects, believes that the Mose affair is certain to affect the many charities that support Venice. “It is a tragedy of epic proportions,” she says. “Which foreign philanthropist would still be inclined to help Venice in the face of such a large misuse of public funding? At the end of the day, the political corruption is bound to raise doubts even on the scientific soundness of the project.”

    The spate of arrests point to the misuse of public money through a system of false invoices. Today Venice is in disarray: brawls have broken out in the city council and the government is sending a commissioner to take over the office of mayor. For the first time in living memory, the authority governing the lagoon, the Magistrato alle Acque, has been dissolved by Rome. The only precedent for such drastic action is the occupation of Venice by foreign powers during the 19th century.

    how did it come to this? When Mose began in 1982, officials boasted that it would be completed in 1995, at the cost of €1.5 billion. Thirty years later costs have risen to €5.6 billion and it is unlikely to be operational until 2017.

    The problem was that CVN simply had too much power, enjoying a monopoly on both planning and execution of the project.

    In a telling interview in 2006, a journalist asked CVN’S founder, Giovanni Mazzacurati, why Mose was not subject to public competition. Mazzacurati replied: “Why should it be? Did the Americans ever launch a public bid to go to the moon?”
    http://www.newsweek.com/2014/07/25/ci...-corruption-scandal-grows-259732.html
    Tags: , , , , by M. Fioretti (2014-07-19)
    Voting 0
  6. I verbali di Venezia gettano ombre sulla grande opera da 10 miliardi con cui il costruttore e politico Vito Bonsignore, condannato a due anni durante Mani Pulite e tra i co-fondatori di Ncd, ha messo d'accordo destra e sinistra. Prevedendo lavoro per tutti: la Mantovani nelle tratte venete, le coop rosse in Emilia e via spartendo. Claudia Minutillo, ex segretaria di Giancarlo Galan, ha raccontato ai pm che Bonsignore e l'ex ministro Pietro Lunardi "furono bravissimi, misero d'accordo cinque presidenti di Regione"
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/...so-daccordo-destra-e-sinistra/1056390
    Voting 0
  7. Mazzacurati «"aveva fatto un po’ di conti e voleva portare i 7 milioni e mezzo a 10, perché dice che con 7 milioni e mezzo campa - chiedo scusa della parola un po’ così - campa 3 o 4 anni" - ecco le parole che Savioli attribuisce a Biagini -. E siamo rimasti tutti un po’ così».
    http://www.gazzettino.it/NORDEST/PRIM...ati_liquidazione/notizie/741555.shtml
    Voting 0
  8. Il procuratore aggiunto, Carlo Nordio, ha sintetizzato così giorni fa l’inchiesta che sta facendo tremare Venezia: “I protagonisti coinvolti sono simili alla Tangentopoli di vent’anni fa di cui mi sono anche occupato, ma il sistema era molto più sofisticato”. Il sistema di cui parla è quello degli appalti al Mose, dietro il quale si nascondeva un meccanismo ben strutturato. L’indagine della Procura di Venezia si divide infatti in tre filoni: i lavori del Mose, i project financing e altri fatti specifici. Alla base di ognuno, la raccolta di fondi neri costituiti grazie alle false fatturazioni per opere pubbliche. Tradotto: con i soldi dei cittadini. Il meccanismo per distribuire a privati, partiti e aziende il denaro pubblico è noto: i soldi dello Stato arrivavano al concessionario unico, il Consorzio Venezia Nuovo, centro del potere per trent’anni di Giovanni Mazzacurati. Dopo che le casse si riempivano, il consorzio spendeva e distribuiva a imprese azioniste che si arricchivano grazie ai margini dei lavori. Parte di quel denaro però arrivava anche nelle tasche di funzionari, politici, a tutti coloro che potevano favorire quel sistema che si è retto, secondo le accuse della procura di Venezia, per anni. Ed ecco i protagonisti di questa inchiesta, alcuni sono indagati, altri sono chiamati in causa dalle parole di chi ha vuotato il sacco.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/...-famiglia-in-riva-alla-laguna/1028490
    Voting 0
  9. Tre versamenti di 20 mila euro dal Consorzio Venezia Nuova a VeDrò, controllata dall’ex premier. Quando Mazzacurati incontra Capecchi – il tesoriere del think tank di ritorno da Palazzo Chigi – commenta: “Mi ha destabilizzato”. Nuovi sviluppi nell’inchiesta: 4 indagati pronti a collaborare con i giudici
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/...la-fondazione-di-enrico-letta/1028465
    Voting 0
  10. E ’ stata una campagna elettorale ‘chiavi in mano’, io facevo quello che diceva il Pd: vennero da me tre esponenti del partito per chiedermi di rivolgermi agli ‘sponsor’ per avere contributi, perché Brunetta aveva tanti soldi”. I soldi arrivarono, ma non a lui: al Pd per la sua campagna elettorale, e lui non poteva certo sospettare che fossero illeciti. In fondo come può un umile avvocato, giurista e docente di Diritto amministrativo sapere che la legge proibisce alle società pubbliche o miste (tipo il consorzio Venezia Nuova) di finanziare i partiti, e che i finanziamenti leciti da imprese private vanno rendicontati sia da chi li eroga sia da chi li riceve?

    Se insegnasse logica, saprebbe almeno che la versione A “sono estraneo, non ho mai visto un euro” è lievemente incompatibile con la versione B “il partito mi costrinse a chiedere quei soldi”, a sua volta leggermente in contrasto con la versione C “i soldi andarono al partito a mia insaputa”. Ma lui insegna Diritto e non è tenuto alla logica.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/...orsoni-rubo-patteggio-e-torno/1026242
    Voting 0

Top of the page

First / Previous / Next / Last / Page 1 of 3 Online Bookmarks of M. Fioretti: tagged with "mose"

About - Propulsed by SemanticScuttle