All Bookmarks

Welcome to the online bookmarks of Marco Fioretti

12590 bookmark(s) - Sort by: Date ↓ / Title / Voting /

  1. Proudly non-freestanding, and worthy of its legendary name, the 2014 Flashlight is the ultimate backpacking tent for those who believe that comfort and lightweight shouldn’t be mutually exclusive.
    http://www.sierradesigns.com/product/flashlight-1-ul
    Voting 0
  2. Open source 3-D printing of OSAT is gaining traction as groups like Re:3D (makers of the Gigabot) have sponsored contests to encourage designers to think about using 3D printers for social good, Michigan Tech sponsored the 3D printers for peace contest, the Plastic Bank, Techfortrade and the Ethical Filament Foundation are developing a new social economy for recycled 3D printer filament and Tekla Lab sponsored a contest to make open source lab equipment.
    http://www.appropedia.org/Requests_fo...le_open_source_appropriate_technology
    Voting 0
  3. pochi sono disposti a investire in un Paese dove il sistema legale è al collasso e quello di tassazione è tra i più alti al mondo. Ecco quindi la necessità di un pacchetto di riforme per far ripartire l’economia. Tutte approvate dal governo e ora da passare al vaglio del Parlamento.

    Funzioneranno? Solo se non verranno annacquate dai politici per difendere le varie lobby o per tagliare le gambe a Renzi, ma soprattutto se riusciranno a rompere la paura psicologica che la popolazione ha di spendere e quella degli investitori stranieri di investire in una nazione in deflazione. Certo dopo anni di crescita negativa e di promesse infrante, trasformare il pessimismo in ottimismo è quasi impossibile.

    Una soluzione radicale, che forse anche il Giappone dovrebbe prendere in considerazione è l’abbandono delle dottrine neo-liberiste, sulle quali, va detto, poggia l’apparato monetario ed economico dell’Unione Europea, a favore della nazionalizzazione del debito, con relativa cancellazione. Ma anche questa manovra rivoluzionaria potrebbe non funzionare se la popolazione non è disposta a cambiare in positivo le aspettative future e a rinegoziare la maturità dei titoli di stato per una data lontana nel futuro. Tutto ciò potrebbe richiedere il rinnovamento dell’intera classe politica.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/...eflazione-litalia-e-a-rischio/1103574
    Voting 0
  4. l’esecuzione di un quanto di rilievo e la sua fruibilità sono eventi che possono essere considerati coincidenti, ma la cui affidabilità è assicurata dai successivi controlli effettuati dalla comunità dei cittadini-cartografi, eventi di cui non può essere noto a priori il momento della sua attuazione. E’ stato però appurato sperimentalmente che, in virtù del numero elevato dei soggetti coinvolti, il tempo necessario per garantire l’affidabilità della mappa è ordini di grandezza inferiori a quelli relativi al processo classico, come verrà illustrato tra breve. Il risultato a cui si è pervenuti per comprendere e giustificare questa proprietà è la formulazione del così detto principio di indeterminazione della cartografia, il quale stabilisce che non è pensabile conoscere simultaneamente –senza indeterminazione nei valori- il tempo di aggiornamento di una mappa e la corrispondente variazione della sua affidabilità.

    Occorre invece ricordare che nell’ambito del processo classico, la valutazione simultanea dell’affidabilità e dei tempi di aggiornamento è gestita tramite un espediente: si assume per convenzione che la realtà sia quella descritta dalla mappa, indipendentemente dal fattore tempo. Una mappa realizzata tramite il processo classico “ferma” la realtà nell’attimo in cui viene eseguito il rilievo, operazione che può avvenire anche in tempi assai contenuti (si pensi a quelli richiesti per una ripresa aerofotogrammetrica). Si può così stabilire una data precisa alla quale fare corrispondere la realtà descritta dalla mappa. Le operazioni di riproduzione sulla mappa del rilievo e successivo collaudo impegnano un tempo assai più lungo, che può essere dell’ordine di parecchi mesi, in alcuni casi superare anche l’anno. In generale, maggiore sarà l’affidabilità che si vorrà ottenere, più numerosi saranno i controlli e le verifiche richieste. Comunque, quando la mappa viene rilasciata e pubblicata, la realtà si sarà già modificata: l’escamotage adottato risolve inconfutabilmente la valutazione contemporanea delle due grandezze considerate.
    http://blog.spaziogis.it/2014/09/01/follia-di-mezza-estate
    Voting 0
  5. La madre di tutte le leggi sulle pensioni è la Legge Dini, la numero 335/95, che, con il suo articolo 1, comma 41, tabella F, impone il cumulo dei redditi. Ovvero il vedovo paga le tasse tre volte, sul suo reddito personale, sulla reversibilità, e sul cumulo, che determina un artificioso aumento dello scaglione Irpef. La pensione di reversibilità viene così ridotta fino al 30 per cento dell’importo originario, qualora il coniuge superstite abbia un reddito lordo superiore a 5 volte il trattamento minimo Inps. Personalmente il mio “obolo” è pari a circa 5 mila euro l’anno. Da sei anni a questa parte.

    Questa legge fu approvata sull’onda delle riforme pensionistiche dei primi anni Novanta, quando si temeva il collasso del sistema previdenziale italiano, che era caratterizzato da una gestione a ripartizione e dove le prestazioni si basavano sul metodo retributivo, ed era gravato dagli oneri delle baby-pensioni e da quelli di pensioni prive di copertura della Legge Mosca (n. 252/74) a favore di politici, sindacalisti e via dicendo. Il problema è che non furono mai adeguati gli importi di reddito per essere considerati fiscalmente a carico, né riviste in alcun modo le griglie della tabella F, senza prevedere dunque correttivi.

    Alla Legge Dini, poi, seguirono ulteriori aberrazioni. Come la riforma Moratti, per esempio, che costringe gli orfani studenti universitari ad essere perfettamente in regola con il piano di studi, anche se in una condizione di oggettiva difficoltà; pena la perdita della pensione di reversibilità. Oppure la legge n. 138/2008, che vieta il cumulo dei redditi per i pensionati che svolgono altra attività, ma lo lascia per le famiglie vedove. In pratica, dal punto di vista economico, viene meno un reddito ma aumentano le imposte!

    Tutto questo per dire cosa? Un messaggio vorrei che cogliessero i lettori: le pensioni indirette o di reversibilità sono previdenza, ovvero salario differito, contributi versati materialmente da chi non c’è più, e non provvidenza, ossia puro assistenzialismo come ci si vuol far credere che siano, gettando così i semi per la loro futura abolizione! In tutte queste leggi, infatti, si ravvisano chiari profili di incostituzionalità, sia sotto un punto di vista fiscale sia di uguaglianza tra i cittadini.
    http://www.tempi.it/emanuela-due-figl...ulla-pensione-del-marito#.VALWOURxmbh
    Tags: , , by M. Fioretti (2014-09-01)
    Voting 0
  6. Surprisingly, however, the English language edition of Wikipedia has only a thousand or so registered volunteer editors from Pakistan. When you compare it with the overall number of internet users in the country, this figure is miniscule. The most disappointing fact is that out of those thousand or so registered editors, less than 100 – mostly students – actively contribute to the world’s largest free encyclopedia. The people of Pakistan are not contributing as much to Wikipedia as they should.
    http://opensource.com/life/14/9/wiki-loves-monuments-pakistan
    Tags: , , by M. Fioretti (2014-09-01)
    Voting 0
  7. Ecocamping Atlantid, pochi chilometri a nord di Durazzo è l’ avamposto della controtendenza, il laboratorio di una possibile gestione sostenibile del soggiorno al mare sulla costa adriatica dell’Albania. Direttamente sulla spiaggia, come non capita mai. Solo i più arditi dei camping più liberi oserebbero piantar le tende a così pochi metri dal mare come lo sono le splendide e alte tende di cotone (“biologico”) chiaro che si trovano già pronte con materassini di gomma piuma. I gestori sono certi che il mare d’estate non sale mai abbastanza per bagnare le tende. Per i più prudenti (come siamo stati noi, appena il mare si è mosso un po’) ci sono tende poco più in alto, con una gran vista. E’ su una spiaggia di sabbia lunghissima, poco frequentata, con acqua limpidissima. A poca distanza, sul promontorio, ci sono i resti di un Castello e una chiesetta romanica. L’impegno ecologico del camping aperto dai giovani dell’associazione Tirana Express si nota in vari particolari come le tenui luci notturne alimentate da pannellini solari, i prodotti a chilometro zero usati in cucina (per ora invece non ci sono alternative ad accendere il gruppo elettrogeno per qualche ora al mattino e alla sera).
    Pubblicità

    Ma i meriti fondamentali della iniziativa sono più semplici e radicali e riguardano i 2 problemi di fondo della sostenibilità albanese: edilizia e rifiuti. Le strutture del camping sono leggere e di legno, tutte facilmente smontabili.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/...io-per-una-svolta-sostenibile/1103897
    Voting 0
  8. Poverty is forcing people to have dangerously poor diets and is leading to the return of rickets and gout – diseases of the Victorian age that affect bones and joints – according the UK Faculty of Public Health.

    The public health professionals' body will call for a national food policy, including a sugar tax, as concerns rise over malnutrition and vitamin deficiencies in British children. It will also appeal for all political parties to back a living wage to help combat the illnesses.

    Doctors and hospitals are seeing a rise in children suffering from ailments caused by poor diet and the faculty has linked the trend to people's inability to afford quality food. Latest figures show there has been a 19% increase in people hospitalised in England and Wales for malnutrition over the past 12 months but experts say this is only the extreme end.

    Dr John Middleton, from the FPH, said the calls would come in the faculty's manifesto to be published next month and warned that ill-health arising from poor diets was worsening throughout Britain "through extreme poverty and the use of food banks".

    He saidthat obesity remained the biggest problem of food poverty as families are forced into choosing cheap, processed high fat foods just to survive. "It's getting worse because people can't afford good quality food," he said. "Malnutrition, rickets and other manifestations of extreme poor diet are becoming apparent. GPs are reporting rickets anecdotally in Manchester, the East End of London, Birmingham and the West Midlands. It is a condition we believed should have died out.
    http://www.theguardian.com/society/20...ild-poverty-link-malnutrition-rickets
    Voting 0
  9. Mogherini era (ed è) una rappresentante di quella fazione del Pd uscita con le ossa rotte dalle primarie.

    Beh, quella fazione conta ancora un bel po’ e grazie al proprio nume tutelare (Giorgio Napolitano) è riuscita comunque ad occupare le caselle più importanti del governo Renzi: Economia (con Padoan) ed Esteri, appunto: la promozione della Mogherini consentirà a Renzi di rimescolare il mazzo e piazzare una persona di propria fiducia (un vigile urbano o un avvocatino di Firenze, magari) alla Farnesina.

    Domanda numero 3: tutto questo quanto ci costa?

    Una barca di soldi: Renzi, pur di meritarsi la nomina della Mogherini ha dovuto infatti appoggiare senza riserve le sanzioni irrogate dalla Ue alla Russia nel contesto della crisi ucraina, coinvolgendo il nostro Paese in una vicenda nella quale non ha alcun interesse diretto se non quello di starne il più possibile lontano.

    E Putin, il cui carattere per niente mite è noto, ha preso debita nota dell’accondiscendenza del Premier/Gelataio: la prima misura di ritorsione adottata in risposta alle sanzioni è stata quindi di vietare l’importazione in Russia proprio di quelle merci la cui produzione è fiore all’occhiello incontestabile del nostro Paese.

    E così dopo la prima bastonata sull’agroalimentare, stimata dalla Coldiretti in circa 700 milioni all’anno, un paio di giorni fa è scattato l’allarme anche per il settore moda, il cui export verso la Russia ammonta a più di 2 miliardi di Euro l’anno.

    Se la matematica non è un’opinione, dunque, la vittoria finale di Renzi nella faida interna al Pd potrebbe costare all’Italia circa 3 miliardi di Euro l’anno in termini di mancato export.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/...sta-la-nomina-della-mogherini/1103830
    Tags: , , , , , by M. Fioretti (2014-09-01)
    Voting 0
  10. The conclusion? Self-published authors, even the most successful ones, aren’t doing badly of course, but they are certainly not doing as well in terms of exposure as traditionally published authors. Sometimes, a traditionally published author who finds herself retrograded to the “midlist”, with the publisher giving no signs of wishing to renew the contract, may have no choice but to self-publish to survive. This is what Eileen Goudge did and so elegantly explained in a blog post here on Jane Friedman‘s blog, enticingly titled “Self-publish or Perish” (hence the title for my own blog post here).

    However, we should remember that if the midlist author’s economic “survival” is ensured, it is largely thanks to the 70% royalty Amazon pays, because it is certainly not remarkable in terms of exposure – I won’t go further in the details and give you yet another ranking, you can check for yourself if you’re curious (here).

    Moreover, one must remember that all rankings are ephemeral, they change constantly, and one needs to be Amazon itself (or set up a 24 hour watch for months on end) to figure out which authors have “staying power” and which don’t. So all the rankings I’m quoting here are merely indicative.

    Still, some insights can be gleaned. It is particularly interesting to check on the more successful self-published authors and see how they fare today. I checked at random the more famous ones such as Amanda Hocking or John Locke whose amazing success stories (selling “a million copies” in a matter of months) have been instrumental in launching the self-publishing craze.

    Well, they are not doing as well today as you might expect. Amanda Hocking has two books going currently for free and her best selling book, My Blood Approves (now traditionally published by St Martin’s) is ranked #34,251 Paid in Kindle Store. John Locke’s Promise You Won’t Tell, with close to 1,200 reviews was going free the last time I checked and his best selling non-free book Casting Call (actually also the most recent, published in February 2014) is priced at $2.99 and ranked #11,195 in paid in Kindle Store. In other words, it’s doing reasonably well but breaking no records.

    Why are such famous self-published authors with millions of copies sold – I would say even “iconic” writers – following the free promotion strategy exactly as propounded by self-published author David Gaughran in his excellent guidebook Let’s Get Visible?

    I’m sure you can come up with still more striking success stories, and please be sure to highlight them out in the comments, but my point is that the success doesn’t stay on…it waxes and wanes (which is natural) and then falls off a cliff, to use David Gaughran’s striking metaphor. Hence, the authors efforts to revive their books with free promotions. A tough life!

    Now if life is tough for the more successful self-published authors, try and imagine what it’s like for the rest of us?

    The reason why? Basically the tsunami of books that buries every single newcomer!

    No doubt this is another compelling reason why you should follow David Gaughran’s advice. And don’t get discouraged, Amazon has just handed out a candy to self-published authors, making it possible for them for the first time ever to access to the “pre-order” functionality on its website (is this a side-effect of the Hachette-Amazon spat? Who knows…) Regardless of Amazon’s reasons for doing this, it is a big gift, because it means that, just like a traditional publisher could do till now, you are able to promote your book on all the sites you navigate for 90 days prior to launching, while pre-orders accumulate on Amazon’s site: on the day of release, all these orders are filled at a single go, ensuring a boost to your book, launching it up Amazon’s rankings!
    http://claudenougat.wordpress.com/201...rish-buried-under-3-4-million-e-books
    Voting 0

Top of the page

First / Previous / Next / Last / Page 1 of 1259 Online Bookmarks of M. Fioretti: Recent bookmarks

About - Propulsed by SemanticScuttle