Tags: governissimo*

110 bookmark(s) - Sort by: Date ↓ / Title / Voting /

  1. I consumi continuano a calare in modo impressionante. Se si considerano gli ultimi dati Istat, che si riferiscono a luglio, e si paragonano a quelli dello stesso periodo del 2007, si registra un calo dell’11%, ma se si considera anche il peso dell’inflazione, la flessione arriva a sfiorare il 20%».
    Meno consumi, quindi, ma è vero che ci sono cose alle quali gli italiani non rinunciano?
    «Non c’è settore che non sia in calo! Quelle dei ristoranti pieni e delle vendite dei telefonini ultimo modello sono bufale», dice Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori. «Per quanto possano esserci differenze territoriali, la verità è che nell’ultimo biennio il calo è stato vertiginoso: i dati parlano di 60 miliardi di euro in meno in circolazione».
    http://www.espansioneonline.it/2013/11/crollo-consumi
    Voting 0
  2. A Berlusconi tornare a votare subito va bene per tanti motivi, ma prima tutto perché riuscirebbe a bloccare il processo di ricambio della classe dirigente nel PD, che poteva iniziare con il congresso dell’8 dicembre. Con il precipitare della crisi non è detto che ci sia lo spazio per fare né Primarie del centrosinistra per la premiership, né primarie per il Congresso del PD. Di fatto, con lo strappo, Berlusconi sta provando a scegliersi l’avversario delle prossime (eventuali) elezioni politiche (anticipate): o è Epifani, da statuto del PD, o è Letta, come logica vorrebbe (perché il PD non dovrebbe appoggiare Letta?). Altri nomi, in un contesto del genere, avrebbero molto meno spazio.....

    Ancora più urgente è la risoluzione del dibattito interno al MoVimento5Stelle. Che fare adesso? Appoggiare un governo di scopo o tornare subito al voto? Tornare subito al voto ha due fastidiose conseguenze per i senatori grillini: non sanno se saranno (mai più) rieletti, e se saranno rieletti saranno comunque a metà della loro carriera politica. Nel M5S c’è il limite dei due mandati: se si torna a votare con questa legge elettorale, che sondaggi alla mano restituirebbe la stessa instabilità attuale, c’è il concreto rischio di una nuova crisi fra un anno. Risultato: ci sono senatori del Movimento5Stelle che potrebbero fare altri 9 anni di carriera, oppure uno solo. A loro la scelta.

    10. Tutto questo poteva essere evitato andando a votare a novembre 2011. Un abbraccio fortissimo a chi diceva che il governo Monti era l’unica soluzione. Siete contenti adesso?
    http://contropiede.blogautore.repubbl...della-trollata-dei-ministri-di-silvio
    Voting 0
  3. Tutto rimandato. In serata infatti la situazione si sblocca. «Il relatore Augello ha ritirato le pregiudiziali e si è deciso all'unanimità di cominciare la discussione generale sulla relazione di Augello. La sua proposta è stata quella di convalidare l'elezione di Berlusconi
    http://www.corriere.it/politica/13_se...6a0-1a05-11e3-bad9-e9f14375e84c.shtml
    Voting 0
  4. “Abbiamo ottenuto che prima si voti sulle questioni preliminari e poi sulla decadenza o meno di Berlusconi – ha spiegato Augello – Ognuno potrà esprimersi su ogni questione pregiudiziale e poi ci sta il voto complessivo. E’ stata accolta, di fatto, la nostra richiesta e di questo siamo soddisfatti”. Secondo Augello il clima in Giunta stasera “è stato molto più disteso e conciliante rispetto a quello di ieri”. Il presidente della Giunta, Dario Stefàno, ha poi ufficializzato la ‘mossa’ di Augello: “Il relatore ha formalizzato la sua proposta di convalida del senatore Berlusconi attraverso una serie di questioni preliminari”. Crisi di governo evitata? Presto per dirlo. Di certo c’è stata una certa distensione tra Pd e Pdl, anche se le parole del segretario democratico Epifani (“La legge è uguale per tutti”) sembrerebbero confermare la linea dura. Al momento, tuttavia, i fatti dicono il contrario. Per quanto riguarda i tempi tecnici della vicenda, il caso Berlusconi tornerà in Giunta per le elezioni giovedì prossimo alle ore 15, quando – come annunciato da Benedetto Della Vedova (Scelta Civica) – sarà aggiornata la discussione generale sulla relazione Augello.

    Che la svolta era in dirittura d’arrivo, del resto, era comprensibile anche prima delle parole dell’esponente Pdl. Già nel pomeriggio, a sentire gli analisti, l’uscita del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano aveva un po’ raffreddato la voglia di strappo da parte del Pd. Una sensazione confermata in serata anche da altri componenti della Giunta.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/...gello-cavaliere-resti-senatore/707987
    Voting 0
  5. Tutto ciò che riguarda le pene accessorie, dice chiaramente Napolitano, è fuori da quadro. E ancora, siccome le parole di Napolitano non sono mai poco ponderate, anche rispetto al precedente comunicato, quello con il riferimento alla riforma della giustizia, c'è una distanza: quella che viene considerata dal Pdl la priorita assoulta, viene così fortemente ridimensionata. E la mia è una lettura benevola ma per nulla compiacente
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/rodota-pericolo-sventato/2213252
    Voting 0
  6. Per me Napolitano e' ricattabile e ricattato. Non si possono lasciare sempre porte aperte e dire che il ruolo politico di un pregiudicato e' questione interna al PDL. Vergogna. Vivo in Germania e per molto molto meno uno verrebbe eliminato per sempre dalla vita pubblica.

    La preferenza dimostrata da Napolitano nel dedicare il suo tempo a Berlusconi, diversamente da quanto sta facendo per tutti gli altri evasori fiscali, é di per se stessa una ingiustizia. Ricordo a Napolitano che tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge. Se poi la giustificazione di questa eccezione é perché vuole salvare il governo Letta e con esso la ripresa del ciclo economico, invito Napolitano a chiarire quali sono le riforme congiunturali e strutturali che stanno portando a questo. Io non ne vedo. Se questo sta avvenendo é per merito del mercato globale nel quale siamo inseriti e non per i balbettii di questo governo.
    http://www.corriere.it/politica/13_ag...2bc-04a0-11e3-a76b-5d1a59729335.shtml
    Voting 0
  7. Le probabilità di una crisi stanno salendo. Il segretario del Pd Gugliemo Epifani ha rilasciato un'intervista al 'Corriere' abbastanza sorprendente. In sostanza ha detto: la legalità viene prima della 'agibilità politica' di Berlusconi e della stabilità dell'esecutivo. Lo ha detto in modo chiaro, senza troppo politichese. Se tiene su questa linea, le conseguenze saranno inevitabili.

    cosa fa Napolitano?
    Per ora 'riflette', ha detto. Ma è in difficoltà. Da quando è stato rieletto si è fatto scudo umano delle larghe intese e adesso queste gli stanno crollando addosso. Non è un caso che proprio ieri Grillo, avendolo capito, ne abbia chiesto le dimissioni.
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/governo-a-un-passo-dal-crac/2212655
    Voting 0
  8. il solo fatto che il Pdl chieda al Quirinale di concedere la grazia a Silvio Berlusconi, senza uno straccio di giustificazione processuale, se non l’assurda tesi che quella sentenza lederebbe la democrazia, è davvero un atto eversivo e ricattatorio verso il paese e verso un governo che ha giurato fedeltà alla Costituzione Italiana, che prevede tra l’altro la netta separazione dei poteri e l’autonomia della magistratura.

    In un paese normale Silvio Berlusconi, se non fosse il simbolo del filibustering italiota, si sarebbe già dimesso.

    E in una sinistra normale, non rivoluzionaria, si starebbe già pensando a mobilitare le piazze contro l’ultimo sconcertante sfida del cavalier Berlusconi alla democrazia italiana. Beppe Grillo ha fatto bene ad annunciare la mobilitazione degli elettori di Cinque Stelle.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/...razia-al-filibustiere-italiota/675852
    Voting 0
  9. La pretesa di ottenere una grazia, la cui concessione spetta esclusivamente al capo dello Stato ed è rigidamente regolata per legge, assomiglia a un moto irrituale e scomposto, a una pressione indebita, inutile nella sostanza, pericolosa nella forma, che darebbe al mondo la spiacevole impressione che atti meditati - e per loro natura decisi a mente fredda e lontano dagli eventi (altrimenti suonerebbero come una delegittimazione della magistratura) - siano possibili con uno sfondamento quirinalizio di porte.
    http://www.corriere.it/editoriali/13_...cf8-fbfb-11e2-a7f2-259c2a3938e8.shtml
    Voting 0
  10. Ecco allora che diventa chiaro perché il Pdl voli basso e garantisca ancora il suo appoggio al governo Letta. Una riforma del genere, e la conseguente amnistia con maggioranza di due terzi, può passare solo se viene votata pure dal Pd (Luciano Violante che sedeva tra i supposti saggi l’ha già approvata).

    Andare ad elezioni, salvo che la situazione precipiti, a Berlusconi non conviene.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/...condannato-riformate-giustizia/675260
    Voting 0

Top of the page

First / Previous / Next / Last / Page 1 of 11 Online Bookmarks of M. Fioretti: tagged with "governissimo"

About - Propulsed by SemanticScuttle