mfioretti: napoli* + camorra*

Bookmarks on this page are managed by an admin user.

4 bookmark(s) - Sort by: Date ↓ / Title / Voting / - Bookmarks from other users for this tag

  1. Caivano, a Casale di Principe, a Qualiano stanno venendo alla luce bidoni pieni di veleni interrati da qualche decennio in campi coltivati. La gente è nel panico. La paura è tanta. Le patologie tumorali aumentano a dismisura. Le persone muoiono. Lo Stato è lento. Negligente. Pigro. La gente non ne può più.

    occorre avere una mappa certa dei terreni avvelenati, di modo che si possa continuare a coltivare con serenità i terreni sani e togliere alla care mamme l’ansia di non sapere se il cibo che hanno tra le mani nutra o avveleni i loro figlioli. Poi, occorre avere la tracciabilità di tutti i veicoli che entrano in Campania. Non è possibile che un Tir attraversi mezza Italia con un carico di morte senza che venga bloccato. Le campagne a rischio debbono essere videosorvegliate. Bisogna pensare alle bonifiche e inasprire le pene per chi inquina, impedendo che questi reati odiosi cadano in prescrizione. Occorre vegliare per non permettere agli avvelenatori di trasformarsi in “bonificatori”.

    Infine, occorre fare immediatamente chiarezza sul nesso di causalità tra rifiuti tossici e aumento di patologie tumorali in Campania. Lasciare liberi i movimenti di risveglio popolare da ogni tentativo di accaparramento politico è un bene per tutti.
    http://www.restoalsud.it/2013/10/30/s...alle-hanno-caricato-i-rifiuti-tossici
    Voting 0
  2. E' un attacco su due fronti, gli scarti industriali pericolosi che illegalmente arrivano in Campania dal nord e gli scarti delle fabbriche del sud che lavorano in nero e quindi in nero smaltiscono: "Ogni giorno - scrive l'oncologo Antonio Marfella su facebook - noi dobbiamo registrare in falda profonda i tossici, tipo cianuro, che vi hanno sversato dalle industrie del nord. Ma ogni giorno nella 'Terre dei fuochi' si lavora in nero e si sversano nei campi i solventi e gli sverniciatori del settore merceologico della produzione in nero di scarpe, borse e tessili. Questi non sono veleni del nord, questi sono i veleni prodotti nelle nostre zone dove non si rispetta l'uomo e il suo lavoro".
    La "pattumiera d'Italia": fra disastri ambientale e morti sospette

    Disgustato anche padre Maurizio Patriciello, il don che da tempo ormai si batte affinchè alla "Terra dei fuochi" venga riconosciuta un pò di dignità. "Il 'Dramma Caivano' deve diventare un caso nazionale - scrive sulla sua pagina facebook - Altri pozzi sequestrati. Acqua al veleno. Acqua avvelenata. Acqua velenosa.
    http://casoria.napolitoday.it/caivano/pozzo-inquinato-caivano-reazioni.html
    Voting 0
  3. Il prete anticamorra parla a lungo con il Cavaliere, ma rinuncia a correre per la Camera: "Visti i nomi che girano, che non rappresentano il cambiamento, non mi candido. Sia a destra che a sinistra volevano solo la mia immagine senza cambiare niente"
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/...oni-niente-candidatura-con-pdl/473740
    Tags: , , , , by M. Fioretti (2013-01-18)
    Voting 0
  4. Non è vero che vincono sempre loro. Non è vero che la camorra non si può mettere in fuga. Non è vero che non abbiano paura.

    Commerciante rifiuta di pagare il pizzo e consegna audio e video ai carabineri. Ieri il blitz con gli arresti. Altri negozianti e imprenditori hanno sfidato il clan dei Casalesi rifiutandosi di pagare tangenti. Suscitando lo stupore, se non lo sconcerto, dei taglieggiatori, abituati a una resa totale. Che non c'è stata. E che li ha portati alla sconfitta.
    http://napoli.repubblica.it/cronaca/2...cio_arrestare_come_gli_altri-36601555
    Voting 0

Top of the page

First / Previous / Next / Last / Page 1 of 1 Online Bookmarks of M. Fioretti: Tags: napoli + camorra

About - Propulsed by SemanticScuttle