mfioretti: fact checking* + elezioni 2013*

Bookmarks on this page are managed by an admin user.

17 bookmark(s) - Sort by: Date ↓ / Title / Voting / - Bookmarks from other users for this tag

  1. Secondo l’analisi di pagella politica, Berlusconi è il politico che dice più bugie, seguito poi da Beppe Grillo mentre Monti sarebbe l’unico leader a non mentire. Pare che la panzana dell’anno sia da attribuire al Cavaliere: “il nostro debito non è così elevato come si vuol far credere. L’Italia ha un attivo di 3600 miliardi ed è la seconda economia più solida dopo la Germania”. Beppe Grillo aveva detto che quest’anno era “inutile risanare e far ripartire l’acciaio dell’Ilva, le più grandi acciaierie ormai stanno chiudendo”, non è vero. In Italia si stanno riprendendo ed è il secondo produttore europeo dopo la Germania. Stando alle dichiarazioni di Berlusconi una su dieci sarebbe vera mentre per quanto riguarda Grillo una sua tre è una balla.
    http://www.ultimaora.net/notizie-poli...he-2013-le-bugie-di-beppe-grillo.html
    Voting 0
  2. Veramente pochi i giorni lavorativi in Camera e Senato. Ecco i dati Openpolis che mostrano quante ore sono state passate in Parlamento, quante le fiducie chieste e quante le leggi approvate di iniziativa governativa
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio//2199558
    Voting 0
  3. In Italia la tendenza al fact checking puntuale e sistematico dei politici ha preso davvero piede solo di recente e si fatta notare anche dai non addetti ai lavori in occasione del dibattito su Sky fra i cinque principali candidati alle primarie del Pd.
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/fact-checking-una-moda-o-no/2199573
    Voting 0
  4. Dal suo blog Beppe Grillo ci offre 20 punti “per uscire dal buio”. In realtà dopo averli letti brancoliamo ancora di più, non bastano cinque stelle a rischiarare la notte. Speriamo che presto arrivi un programma dettagliato o che l’ex comico spieghi cosa intende fare davvero, magari in un contraddittorio e non in un comizio in piazza o in un videomessaggio. Sarebbe utile per tutti, anche per lui.

    Ecco i punti. E i dubbi che sollevano.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/...7/buio-nel-programma-di-grillo/491840
    Voting 0
  5. i numeri non debbono trarre in inganno: Lombardia e Veneto nelle nostre proiezioni sono 2 regioni realmente toss-up con uno scarto a favore del Centrosinistra di pochi decimi di punto e anche la Campania nonostante la si possa considerare leaning csx e’ contendibile dalla coalizione berlusconiana.
    http://www.termometropolitico.it/29293_media-sondaggi-al-16-gennaio.html
    Voting 0
  6. Si fa un gran parlare di giornalisti che fanno fact-checking ai politici. Ieri abbiamo assistito all’esempio contrario: un politico ha fatto fact-checking ai giornalisti, intervenendo con un tweet in trasmissione e contribuendo al dibattito in studio.
    http://www.valigiablu.it/se-e-il-mini...u-twitter-al-giornalista-piazzapulita
    Voting 0
  7. Ecco un bel grafico, arrivato fresco fresco, sul total tax rate in Italia rispetto al resto d’Europa. Poi dice la competitività
    http://simonespetia.wordpress.com/2012/11/21/le-tasse-in-italia-un-grafico
    Voting 0
  8. Riassumiamo:

    Nell'E.B. le tasse non sono aumentate : FALSO.

    Nell'E.B. le spese erano sotto controllo: FALSO.

    Nell'E.B.i debiti degli italiani sono aumentati : VERO.

    Nell'E.B. gli italiani sono diventati più poveri : VERO.

    Nell'E.B. Silvio Berlusconi ha aumentato la sua ricchezza di 18 volte: VERO .
    http://noisefromamerika.org/articolo/ricordatevi-alamo
    Voting 0
  9. «È una mezza calzetta», «è il palo», o «il complice» di Monti, «si occupi del Milan», «non ha l'età», «ma chi lo vuole?», «mi fa pena»: sono solo alcuni dei giudizi espressi dai dirigernti leghisti nel corso del periodo di separazione nei confronti dell'attuale capo della coalizione. Di cui il Carroccio ha deciso di far parte
    http://espresso.repubblica.it/dettagl...a-un-anno-di-mai-piu-con-b/2197724//0
    Voting 0
  10. C’è però una balla in particolare che, se ripetuta nelle prossime uscite, rischia di creare un effetto valanga devastante: quella, colossale, sul debito. L’Italia ha un debito pubblico di 1.900 e passa miliardi di euro ma un “attivo” di 9.000 miliardi, ha sentenziato Berlusconi. Qualsiasi azienda farebbe salti di gioia di fronte a questi numeri. La questione del debito quindi non si pone, è un’illusione ottica, un pretesto dell’asse franco-tedesca per ridurre gli italiani alla miseria e alla sudditanza.

    Il vero problema è che – nonostante il Cavaliere cerchi da sempre di farci credere il contrario - l’Italia non è un’azienda. E l’attivo in questione (che ammonta a 8.619 miliardi di euro) è il dato aggregato della “ricchezza delle famiglie italiane”, come evidenziato nell’ultimo rapporto della Banca d’Italia. Non è l’attivo dello Stato, quindi, ma delle famiglie.

    Di questi 8.619 miliardi, poco più di 5.000 miliardi di euro costituiscono la “ricchezza abitativa” degli italiani (per l’84,1% abitazioni) e 3.541 miliardi di euro la “ricchezza finanziaria” (risparmi, titoli, azioni, ecc..). Le famiglie hanno però anche un passivo finanziario (mutui, prestiti personali, ecc..) di 900 miliardi di euro, quindi – per essere precisi – l’attivo netto delle famiglie italiane è di 7.700 miliardi di euro circa. Si tratta però sempre e comunque di famiglie, non dello Stato.

    Ciò significa che, se vogliamo mettere in relazione – come ha fatto Berlusconi – i 1.900 miliardi di debito con la ricchezza delle famiglie italiane bisogna per forza che lo Stato intervenga per appropriarsi di tale ricchezza. Come ha già fatto con l’IMU e come potrebbe essere costretto a fare sempre di più se non si riuscirà a contenere il debito e il suo rapporto con il PIL. Come? Con nuove tasse sui patrimoni, prelievi forzosi sui conti correnti, aumenti delle imposte di bollo sui conti, aumento della tassazione sui capital gain e ulteriori ritocchi verso l’alto delle imposte sugli immobili. Operazioni sgradevoli e dolorose, soprattutto per la parte di elettorato che Berlusconi potenzialmente rappresenta.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/...unite-di-berlusconi-sul-debito/467737
    Voting 0

Top of the page

First / Previous / Next / Last / Page 1 of 2 Online Bookmarks of M. Fioretti: Tags: fact checking + elezioni 2013

About - Propulsed by SemanticScuttle